Bella e talentuosa, Natalie Portman, sempre impegnata anche nel sociale, è anche una grande amante dei nostri amici a quattro zampe, con i quali è spesso fotografata in giro il mondo. L’importante, sembrerebbe alla luce delle sue scelte, è che siano di taglia piccola.

 

La trentaduenne star di origine israeliana, Natalie Portman, oltre ad essere bellissima ed intelligente, può vantare anche una laurea ad Harvard. L’attrice è nota per il suo stile di vita eco-friendly che in fondo gli dona anche quel fascino, un p0′ bucolico, da ragazza semplice ma raffinata, elegante ma impegnata.
A Natalie piacciono anche gli animali, ed in particolare i cani di piccola taglia, e con il suo piccolo Yorkshire Terrier, Charlie, è stata spesso fotografata in giro per il mondo, sul set o mentre passeggiava.
Per il suo amore per gli animali, la Portman è stata anche insignita di una menzione speciale dal portale di Greenpeace, la nota organizzazione ambientalista, menzione che fa il paio con il titolo di Ambasciatrice della Speranza che gli rilasciato un’organizzazione che promuove il microcredito nei paesi più poveri del mondo.
Un amore davvero sincero se, pensate, l’attrice di Star Wars e premio Oscar per il Cigno nero ha addirittura dato alla sua casa di produzione cinematografica il nome dell’amato amico a quattro zampe dopo la sua scomparsa: Handsome Charlie Films è, infatti, il nome dell’etichetta.

 

Dopo Charlie, un altro Yorkshire Terrier, di nome Whiz, adottato dal Manhattan’s Animal Care and Control Center, ha fatto capolino nella vita della Portman.
Anche con Whiz le cose sembrano andare a gonfie vele, se consideriamo che il piccolo terrier ha partecipato, insieme alla padrona, a una simpatica intervista con l’attore Zach Galifinakis e può vantare già altre comparsate ed un book fotografico di tutto rispetto.
Qualche maligno si chiede come mai non vediamo troppo spesso la Portman a spasso con il figlio, nato dalla relazione con il compagno Benjamin Millepied, ma visto l’esibizionismo di tante star di Hollywood a riguardo, forse ha ragione lei.
In fondo lei stesso dichiarò: “Amo gli animali, sono molto meglio degli uomini”. Come non dargli torto, alle volte.