Anche la nota popstar inglese George Michael non ha mai fatto mistero di amare gli animali. Nonostante il freddo pungente che ha caratterizzato il clima londinese nelle ultime settimane, il cantante è stato notato per le strade nei giorni scorsi in compagnia del suo cagnolino.

L’ex cantante del duo musicale Wham! George Michael, un tempo sex-symbol che aveva conquistato le copertine dei giornali di tutto il mondo, ha avuto bisogno di coprire il capo con un vistoso colbacco per uscire a fare quattro passi in compagnia del suo affezionato amico a quattro zampe. Oggi l’ormai 49enne Michael finisce al centro dell’attenzione dei mass-media per vicende che poco hanno a che vedere coi successi artistici di un tempo: nelle scorse settimane, ad esempio, qualche buontempone aveva diffuso in Rete la notizia, poi smentita dal diretto interessato, della sua morte in circostanze non ben precisate. Secondo alcuni, l’uomo sarebbe rimasto coinvolto in un drammatico incidente con una moto d’acqua mentre si trovava in vacanza in un’isola tropicale. Tutto completamente falso, ma ai vecchi fan di Michael, la star della musica che fece sognare ad occhi aperti un’intera generazione di ragazzine, vedere le foto del loro vecchio idolo tranquillamente in giro per Londra col suo cane al guinzaglio e il famoso pizzetto ormai canuto, ha fatto comunque molto piacere.

Ricordiamo che George Michael (che in realtà si chiama Georgios Kyriacos Panayiotou, pochi lo sanno) è nato a Londra, precisamente nel distretto di East Finchley, il 25 giugno del ’63. Ha venduto oltre 100 milioni di dischi in tutto il mondo. La sua carriera da solista è iniziata nel 1986 con “A different corner”, dopo i fortunati esordi nel duo Wham! insieme ad Andrew “Andy” Ridgeley, che conquistò immediatamente l’attenzione degli appassionati di musica e i consensi della critica. L’ultimo album di notevole successo è datato 2004: si tratta di “Patience”, seguito da un lungo tour in giro per il mondo. Suo padre era di nazionalità greco-cipriota, la madre inglese. Da ricordare che nel 1984 Michael prese parte al progetto Band-Aid per lottare contro la carestia in Etiopia.