Il tribunale di Arezzo ha condannato l’uomo che è stato beccato con 14 cuccioli di maltese stremati a pagare una multa di 15.000 euro per maltrattamento di animali.

cuccioli-LAVIl 22 giugno 2012 la polizia stradale di Arezzo ha beccato il 37enne, napoletano, in autostrada coi cuccioli in auto stremati per mancanza di cibo e acqua. Gli animali erano in cattive condizioni fisiche.

I cuccioli, di età inferiore ai trenta giorni e privi di microchip e passaporto, viaggiavano nel bagagliaio di una Fiat Punto senza né cibo né acqua.

“Ben 7 di loro morirono per gli stenti subiti: una percentuale che lascia sgomenti e che conferma tristemente come nei traffici illegali le condizioni di trasporto e di salute possano essere così gravi da cagionare persino la morte degli animali – dichiara Ilaria Innocenti, Responsabile LAV Settore Cani e Gatti – Una nuova condanna si va così a sommare alle altre ottenute da LAV, parte civile in questo processo, un’ulteriore drammatica dimostrazione di come il traffico di cuccioli sia un fenomeno ancora diffuso che comporta sofferenza e morte per gli animali coinvolti.”

Le associazioni ambientaliste LAV ed ENPA che si erano costituite parte civile, chiederanno un risarcimento in un’altra sede processuale.