Il problema del randagismo e dell’affollamento nei canili sta diventando sempre di più una piaga sociale nonché deleteria per il benessere degli animali. Vediamo come la regione Emilia Romagna sta tentando di arginare la questione. E’ partito infatti il 1 ottobre il progetto di sterilizzazione gratuita dei cani in Emilia Romagna. L’iniziativa è stata promossa per far sì che tutti i proprietari di cani appartenenti ai ceti meno abbienti possano sterilizzare il proprio animale a titolo completamente gratuito. Questo il buon proposito della regione Emilia Romagna per cercare di diminuire il randagismo, che ricordiamo può portare danni agli altri animali, a cose e all’uomo stesso, oltre a cercare di ridimensionare la spesa sociale che comporta il mantenimento dei canili ormai in sopra affollamento per il numero sempre crescente di cani abbandonati o ceduti nei canili. La scelta di sterilizzare il proprio cane diviene così sempre di più una decisione per il bene civile, sociale e soprattutto per la salute e il benessere dell’animale stesso, doveroso per ogni proprietario coscienzioso. Troppo spesso però non è solo un problema di coscienza ma anche di portafoglio e così, per tutti coloro che però non possono permetterselo, la regione ha cercato di trovare una soluzione avanzando come proposta questo nuovo interessante progetto. La giunta lo ha valutato e approvato con un finanziamento pari a 180 mila euro.

Il proprietario del cane, con reddito lordo inferiore a 15.000 euro, con pensione minima sociale oppure disoccupato, non dovrà far altro che fare domanda per la sterilizzazione gratuita al Servizio Veterinario dell’Usl di Cesena. Dopo che la domanda sarà stata inoltrata, valutata e accettata, il richiedente dovrà rivolgersi ad uno dei medici veterinari aderenti alla campagna che potrà trovare consultando un elenco che gli verrà subito fornito. L’iniziativa continuerà fino all’ottobre 2014 e sarà adottata in via sperimentale nei comuni di Rimini, Forlì e Cesena.