Tra le principali patologie del cane, le malattie cutanee rappresentano statisticamente un’importante quota. La pelle dei nostri amici a quattro zampe è infatti molto delicata e può facilmente contrarre malattie, a volte anche gravi. Le patologie cutanee più frequentemente diagnosticate sono dermatiti, micosi e rogna.

 

La dermatite atopica è una malattia allergica della pelle del cane dovuta a infezioni da germi o da virus; in particolare gli allergeni responsabili dell’insorgenza della malattia sono solitamente inalati per via aerea da soggetti predisposti mentre risultano innocui per i cani non allergici. Il principale sintomo riscontrabile in un cane affetto da dermatite è un forte prurito a cui segue l’ infiammazione della parte interessata, che si manifesta con un’eccessiva produzione di sebo e con un’odore sgradevole. La tipologia di cura dipende dalla gravità della patologia; solitamente si provvede ad una somministrazione combinata di antinfiammatori a base di cortisone, antistaminici e antibiotici per ridurre il prurito. Esclusivamente il veterinario può indicare la giusta terapia dopo aver visitato il pet.

 

Le micosi sono invece malattie dermatologiche molto comuni nei gatti ma che possono contagiare anche i cani. La loro insorgenza è imputabile a funghi microscopici che infettano la pelle: i principali sintomi sono la manifestazione di aree alopeciche pruriginose e squamose in una o più parti del corpo. Questa patologia richiede un intervento tempestivo del veterinario e solitamente comporta peraltro l’isolamento immediato del cane in un luogo pulito e costantemente disinfettato, al fine di evitare il contagio di altri animali e dell’uomo. La terapia per le micosi generalmente consiste in uno specifico trattamento antifungino in pomata nei casi meno gravi ed in pillole nei casi più preoccupanti.

 

La rogna è una patologia infiammatoria della pelle del cane provocata da un parassita che si localizza sulle orecchie, sulla coda o sulle zampe dell’animale provocandogli forte prurito; il cane tende a grattarsi di più in presenza di fonti di calore e spesso il pet arriva anche ad autolesionarsi nel tentativo di alleviare il fastidio. I principali sintomi della rogna sono: pelle squamosa, alopecia localizzata, ispessimento della cute, presenza di pustole e, nei casi più gravi, febbre ed astenia. Occorre poi distinguere tra rogna localizzata, più semplice da curare, e rogna generalizzata, che richiede di solito l’azione di uno shampoo specifico e il trattamento con spugnature a base di un acarida insetticida a cui si combina una mirata antibiotico-terapia. In presenza dei citati sintomi, accompagnare immediatamente il cane dal veterinario per una visita d’urgenza.