LAV (Lega Anti Vivisezione) e l’Intergruppo Parlamentare Animali hanno annunciato una proposta di legge Costituzionale per inserire all’articolo 9 della Carta Fondamentale, al fine della sua integrazione, il seguente principio: “Gli animali sono esseri senzienti e la Repubblica ne promuove e garantisce la vita, la salute e un’esistenza compatibile con le proprie caratteristiche etologiche”.

 

“Il riconoscimento degli animali nella Costituzione è un passo importante che prenderebbe atto della mutata sensibilità dell’opinione pubblica, di quanto già esprime il Trattato Europeo che li definisce esseri senzienti, di analoghi riferimenti presenti nelle Costituzioni di Germania, Austria, Svizzera e India – ha affermato Gianluca Felicetti, presidente della LAV – il nuovo corso del rapporto con gli altri animali deve essere fondato sull’assegnazione di diritti basilari, già iniziata con la riforma del Codice penale nove anni fa, speriamo che il Parlamento voglia sciogliere questo nodo morale”.

 

La Proposta di Legge Costituzionale. che prevede anche l’inclusione degli animali tra le materie su cui lo Stato ha legislazione esclusiva, è stata presentata in occasione del Convegno “La questione animale nella nostra esperienza legislativa e giudiziaria” che si è svolto lo scorso 24 ottobre presso la biblioteca del Senato Giovanni Spadolini.