Sono in tanti a considerare, nel corso dell’esistenza, i propri animali come membri della famiglia a tutti gli effetti ed il momento del distacco definitivo rappresenta un momento di grande tristezza per tutti.

Negli ultimi anni sono nati un po’ ovunque veri e propri cimiteri dedicati ai nostri amici del mondo animale ma, in Italia, nessuno fino a questo momento aveva pensato a creare un camposanto dove gli umani potranno essere tumulati insieme ai propri compagni di vita a due o quattro zampe.

E’ quanto sta accadendo a Fauglia, un paese in provincia di Pisa, dopo che un concittadino ha donato all’amministrazione comunale un terreno di sette ettari.

Il progetto è già allo studio di esperti, andando ad attingere dalle idee avute da chi, fuori dal nostro Paese, ha già avuto modo di predisporre un luogo dedicato alla sepoltura mista “uomo-animale”.

Nel Regno Unito, ad esempio, e più precisamente nel Lincolnshire, qualcosa del genere esiste giù da un pezzo e gli esseri umani, secondo le proprie disposizioni, vengono seppelliti con accanto il proprio animale più o meno domestico.

Ed allora ecco tombe che ospitano uomini con i propri cani, gatti, criceti e canarini ma non è raro trovare anche l’abbinamento con cavalli ed animali più inconsueti.

Si ritornerebbe, così, ai tempi antichi quando, in Egitto, era abitudini tumulare gli animali insieme ad uomini e donne.

Niente di strano o mai visto, quindi, anche se l’idea avuta dal sindaco di Fauglia è inevitabilmente destinata a far parlare: se da una parte gli amanti degli animali plaudono a questa possibilità, dall’altra ci sarà chi pensa che il primo cittadino di questo paese alle porte di Pisa dovrebbe pensare ad altre necessità prima di buttarsi a capofitto in un’impresa del genere.

Uomini e animali uniti nella vita così come nella morte: una grande dimostrazione di amore e di riconoscenza verso chi ci sta accanto in silenzio senza mai pretendere nulla in cambio.

A Fauglia l’hanno capito ed hanno deciso di passare ai fatti.