Un italiano su due, cioè il 52,6%, spende circa 30 euro al mese per dare da mangiare al suo animale domestico, quindi poco più che un caffè al giorno. Un dato che emerge dalle stime Eurispes, presentate nel corso dello Zoomark 2013 di Bologna.

 

I risultati della ricerca evidenziano come la maggior parte dei possessori di pets, l’84,2% per l’esattezza, spenda meno di 50 euro al mese per la sua alimentazione. Ovviamente non mancano i profili altospendenti: l’11% paga fino a 100 euro al mese per nutrire il suo cucciolo e il 4% arriva a 300 euro, una soglia di spesa per il cibo del proprio animale superata solo dall’1,1% del campione.

 

Dati in linea con le stime dell’ANMVI (Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani), secondo cui per un cane si spendono, a seconda della taglia, tra i 290 ed i 635 euro all’anno per il cibo, mentre nutrire un gatto costa circa 230 euro all’anno, cioè circa 70 centesimi al giorno.