Una signora Americana ha perso la vista dopo essere stata leccata da suo gatto. Janese Walters, di Toledo, nell’Ohio, è diventata cieca a causa della malattia da graffio di gatto.

La signora ha contratto la bartonellosi, una malattia da graffio di gatto causata dal batterio Bartonella henselae che è innocua nei gatti, ma molto pericolosa per gli esseri umani.

gatto su mobileA parte la cecità, la malattia può causare problemi al fegato e meningite.

Dottor Kris Brickman, dell’University of Toledo’s College of Medicine and Life Sciences, che ha confermato la diagnosi, ha consigliato di lavare bene le mani dopo aver toccato i gatti, e di non farsi leccare su una ferita aperta.

“Più che di malattia si dovrebbe parlare di stato infettivo, perché il gatto in realtà non sviluppa sintomi, se non in pochissimi casi (linfoadenite, gengiviti). L’infezione viene diffusa fra i gatti attraverso le punture delle pulci. Quando una pulce infetta punge un gatto, gli trasmette il batterio, il quale entra nel sangue del gatto e lì può restare per mesi, senza dare sintomi. Il gatto in questo modo può contagiare l’uomo attraverso il graffio (il gatto grattandosi raccoglie sotto gli artigli feci di pulci infette che contengono il batterio) o il morso e le leccate (per sanguinamenti della cavità orale o perché ha raccolto feci di pulci infette toelettandosi il mantello)”, spiega l’Ambulatorio Veterinario di Roma Orsa Maggiore.