Sono 60,5 milioni i pets in Italia: uno per persona, dunque. Sono 6,95 milioni i cani, 7,48 i gatti, e poi 30 milioni ipesci, 13 milioni i volatili, ed ancora piccoli roditori e rettili (dati Euromonitor).

Cane preferito dalle famiglie
Il cane è il pet preferito dalle famiglie

 

Secondo quanto emerso dal rapporto Assalco-Zoomark 2014, nato dall’indagine condotta da Iri Information Resources, i cani sono presenti nel 55,6% delle famiglie, mentre i gatti nel 49,7% dei nuclei familiari (sondaggio svolto su un campione di 500 persone).
I single però preferiscono avere i gatti come pets (65%), mentre solo il 22% ha dato la sua preferenza al cane come animale domestico. Situazione opposta nel caso in cui a rispondere siano famiglie con figli.

Divisi nella scelta del pet, ma tutti uniti nell’attribuire ai propri animali domestici dei grandi benefici: il 92% ha dichiarato di non poter fare a meno dell’affetto e dell’amore del proprio amico a quattro zampe ed il 96% ha ammesso di voler passare ogni momento possibile con l’adorato animale.

 

Gatti preferiti dai single
I gatti sono preferiti dai single

Ma i vantaggi di avere cani o gatti, secondo il settimo rapporto di Zoomark, non finiscono qui: il 94% del campione ritiene infatti che i pets siano un concreto e fondamentale aiuto per mantenere unita la famiglia, portando amore in casa nei momenti di difficoltà. Inoltre, il 97% degli intervistati sostiene che i pets siano di grande aiuto per gli anziani, sia sotto l’aspetto mentale e sia sotto quello fisico.
I benefici per il fisico “donati” dai pets, d’altra parte, non sono una esclusiva per le persone anziane: il 57% ammette, infatti, di passeggiare e fare attività solo quando deve portare fuori il proprio animale per la passeggiata.