Chiunque possiede e ama gli animali, dovrebbe avere a cuore, oltre che il loro benessere, anche quello dell’ambiente che ci circonda. Con dei semplici accorgimenti, è possibile ridurre l‘impatto ambientale dei nostri amici a 4 zampe.
Tanto per cominciare, possiamo considerare l’idea di riciclare per i nostri amici cose che a noi non servono più, per trasformarle in giochi o, in altri casi, in ciotole per il cibo e coperte per la cuccia. Il concetto di riciclo in realtà è già diffuso in molte case produttrici di accessori per animali. E’ facile trovare in commercio bustine per i bisogni realizzate con materiale riciclato. Bustine che potremmo utilizzare per tenere i biscotti dei nostri amici e, una volta vuote, per raccogliere i bisogni.

Riciclare in molti casi vuol dire anche regalare. Le associazioni animaliste riceveranno di buon grado i cappottini o i cuscini ormai vecchi del vostro amico a quattro zampe, per non parlare di cibo non utilizzato e medicinali.
Anche adozione vuol dire rispetto per l’ambiente. Adottare un cane o un gatto, oltre che essere una buona azione, porta anche benefici a livello ecologico. Un animale che vive in casa, infatti inquina molto meno l’ambiente rispetto a un randagio, visto che non ha bisogno di frugare nei cassonetti per cercare cibo, rovesciandone il contenuto, e non lascia i suoi bisogni per strada.

Inoltre i randagi si accoppiano in modo incontrollato, moltiplicandosi e creando altri loro simili che avranno lo stesso comportamento. Adottandoli e magari sterilizzandoli evitereste anche questo.
Già, sterilizzandoli. I vostri amici potrebbero riprodursi senza che voi lo vogliate (soprattutto i gatti che molte volte escono di casa per conto loro). Cani e gatti, come tutti gli esseri viventi, hanno un impatto ambientale a livello di anidride carbonica. Più animali vuol dire più impatto e sterilizzandoli ridurreste questo rischio, dal momento che non consentirete la nascita di cuccioli che oltretutto in molti casi non sapreste dove mettere.
Inoltre, per compensare l’impatto di anidride carbonica dei vostri animali, una buona idea è quella di piantare qualcosa, in giardino o in un parco, per ogni animale posseduto, e magari ripetere l’operazione due o tre volte all’anno.