Il cane è il miglior amico dell’uomo e soprattutto della donna: può dimostrarsi infatti un ottimo “strumento di difesa personale” per le donne costrette ad inoltrarsi da sole in luoghi isolati, immerse nella penombra della sera o nell’oscurità della notte. Insomma si parla del cane come bodyguard, esperto nelle azioni di protezione ravvicinata ed efficiente nella reazione di allontanamento di eventuali aggressori o malintezionati.

 

È un progetto nato dall’idea di un istruttore di Padova, Sandro D’Alò, il quale in collaborazione con il Csc di Legnaro (Centro di scienze comportamentali del cane), ha organizzato un corso specifico per la formazione di cani-bodyguard per le donne. Il corso è dedicato sia alle proprietarie sia agli amici a quattro zampe.

Il percorso educativo prevede che il cane acquisisca l’abilità di abbaiare al comando della padrona ed apprenda la tecnica di interporsi fra il sospetto aggressore e la padrona, pronto ad assalirlo al cenno della sua amica umana. Tutte le operazioni nelle quali Fido non dovrà mai cedere all’istinto di azzannare, per non rischiare di capovolgere la posizione di colpevolezza. Il corso insegna ai cani, infatti, ad assumere atteggiamenti di tipo deterrente, non a trasformarsi in macchine d’attacco.

La preparazione sarà condotta, oltre che da istruttori cinofili, anche da medici veterinari e comportamentisti che addestreranno i cani mediante il sistema del rinforzo positivo: quando il pet obbedisce ad uno specifico comando è di conseguenza gratificato con coccole o con l’offerta di un cibo-premio. Per il cane questo addestramento è quasi un gioco, ma potrebbe rivelarsi un vero “salva-vita” per la sua amica proprietaria!